ART. 1 – OBIETTIVI, FINALITÀ  E PROVVEDIMENTI COMUNALI

  1. Il presente Avviso è finalizzato a sostenere le imprese artigianali, commerciali, industriali e di servizi con sede operativa nel territorio del COMUNE DI CAMPOFIORITO, appartenenti ai settori colpiti dall’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria “COVID-19”, mediante la concessione di un bonus una tantum a fondo perduto.
  2. Con Deliberazione della CONSIGLIO COMUNALE n. 4 del 17.04.2020, è stato approvato il bilancio di previsione pluriennale 2020/2022 e nel quale, al fine di far fronte all'emergenza sociale ed economica connessa alla diffusione del COVID-19, è stato implementato, anche con fondi comunali di ulteriori € 10.000,00, il capitolo 11370501/1 - missione 13, pgm 7, Pdc 1.04.02.02, capitolo 11370501/1;
  3. Deliberazione della GIUNTA MUNICIPALE N. 29 del 28.04.2020, Misure di sostegno comunali in dipendenza della crisi economico-finanziaria da “covid-19” - concessione di un bonus una tantum a fondo perduto a favore delle microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi. ATTO DI INDIRIZZO AI SENSI DELL’ART. 109, COMMA 1 DEL TUEL.

 

ART. 2 - SOGGETTI BENEFICIARI

  1. Possono presentare la domanda del bonus una tantum le imprese Artigiane, Commerciali, Industriali e di Servizi:
    1. risultino attive e abbiano sede legale e/o operativa nel COMUNE DI CAMPOFIORITO;
    2. risultino iscritte nelle pertinenti sezioni del Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente;
    3. abbiano un fatturato/volume di affari desumibile dall’ultima dichiarazione fiscale presentata con valori compresi tra € 1,00 e € 1.000.000,00,

ovvero,

per le imprese attive successivamente al 31 marzo 2019 che il fatturato/volume d’affari dell’impresa nel corso del 2019 compresi tra € 1,00 e € 1.000.000,00;

 

ART. 3 - CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ E IMPORTO DEL BONUS

  1. IMPRESE (operatori economici) CON UN'ATTIVITÀ ECONOMICA SOSPESA ai sensi dei D.P.C.M. 11 Marzo 2020 e 22 Marzo 2020:
  2. Alle Imprese interessate che alla data di presentazione della domanda (per il tramite dei loro rappresentanti legali), esercitano, conformemente alle informazioni desumibili dal Registro imprese del sistema camerale, UN'ATTIVITÀ ECONOMICA SOSPESA ai sensi dei D.P.C.M. 11 Marzo 2020 e 22 Marzo 2020 e delle Ordinanze del Presidente della Regione Sicilia emanate nell'ambito dell'emergenza Covid 19, sempreché non si siano avvalse delle deroghe di cui all’art .1 comma 1 lettere d) e g) del D.P.C.M. 22 Marzo 2020 e s.m.i., è concesso un bonus, nella forma di un contributo a fondo perduto, una tantum, pari a € 500,00 per ciascuna impresa richiedente.
  3. Il presente bonus è cumulabile con tutte le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale per fronteggiare l’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria da “COVID-19”, ivi comprese le indennità erogate dall’INPS ai sensi del D.L. 17 Marzo 2020, n. 18, e, in analogia a queste ultime, non è soggetto a imposizione fiscale, salvo diversa previsione della legislazione statale in materia.
  4. Il bonus verrà integrato di un ulteriore quota, per un importo massimo di € 300,00, come copertura parziale o totale delle spese di affitto, debitamente dimostrate con la produzione del regolare contratto di affitto.
  1. PER LE IMPRESE (operatori economici) NON RIENTRANTI NELLA CASISTICA DI CUI AL PRECEDENTE PUNTO 1., che hanno avuto un decremento del fatturato nel mese di marzo di almeno il 30%, rispetto allo stesso mese del 2019, è concesso un bonus, nella forma di un contributo a fondo perduto, una tantum, pari a € 250,00 per ciascuna impresa richiedente, in tal caso:
    1. per le imprese con IVA ordinaria il requisito va dimostrato allegando all’istanza la stampa del registro IVA o del libro giornale o equipollenti, relativi al mese di marzo del 2019 e del 2020;
    2. per le imprese con regime forfettario il requisito va dimostrato allegando all’istanza la stampa dei ricavi ufficiali del mese di marzo del 2019 e del 2020;
    3. Per le imprese che abbiano avviato l’attività successivamente al 31 marzo 2019 si fa riferimento ai valori del fatturato/volume di affari conseguiti nel mese di febbraio 2020 da dimostrare con le modalità di cui ai punti a) e b) sopra citati;
    4. Il presente bonus è cumulabile con tutte le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale per fronteggiare l’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria da “COVID-19”, ivi comprese le indennità erogate dall’INPS ai sensi del D.L. 17 Marzo 2020, n. 18, e, in analogia a queste ultime, non è soggetto a imposizione fiscale, salvo diversa previsione della legislazione statale in materia.
    5. Il bonus verrà integrato di un ulteriore quota, per un importo massimo di € 300,00, come copertura parziale totale delle spese di affitto, debitamente dimostrate con la produzione del regolare contratto di affitto.
  1. Gli operatori economici (imprese) di cui ai punti 1. e 2.
    1. devono trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di scioglimento o liquidazione e non essendo sottoposte a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione controllata ;
    2. devono essere in regola con la normativa antimafia, in particolare attestare la insussistenza di cause di divieto, sospensione o decadenza previste dall’art. 67 del D.Lgs. 6/9/2011 n.159 (Codice antimafia) ;
    3. non avere condanne con sentenza passata in giudicato, o non essere state destinatarie di decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 c.p.p., per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale del legale rappresentante ;
  1. Ogni eventuale modifica o variazione dei requisiti, intervenuta dopo la presentazione dell’istanza, deve essere tempestivamente comunicata al RUP per le eventuali verifiche e valutazioni.

 

ART. 4 - GESTIONE DEL BONUS

  1. Gli adempimenti relativi all’istruttoria delle domande e all’erogazione del contributo una tantum, saranno curati direttamente dall’Amministrazione comunale per il tramite dell’ufficio dei servizi sociali con il supporto operativo dell’ufficio di protezione civile.
  2. L’aiuto è concesso in modo automatico ai sensi dell'art. 4 del dlgs. 123/1998 tenendo conto degli elementi dichiarati mediante la modulistica di cui al successivo art. 8., mediante bonifico bancario sul c/c indicato nell’istanza.
  3. Qualora vengano riscontrate irregolarità, successivamente alla liquidazione del contributo e comunque entro sei mesi successivi alla sua liquidazione, si procederà alla revoca totale o parziale del contributo stesso.

ART. 5 - MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDA

  1. I rappresentanti legali delle imprese Artigiane, Commerciali, Industriali e di Servizi, appartenenti ai settori colpiti dall’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria “COVID-19”, mediante la concessione di un bonus una tantum a fondo perduto, potranno presentare apposita istanza, entro il 01 giugno 2020 alle ore 14:00, con allegato il documento di identità in corso di validità, preferibilmente secondo il modello allegato al presente avviso, firmata dal proprio rappresentante legale, al seguente indirizzo PEC: campofiorito@pec.it. Indicare nella pec il seguente oggetto :

 

BONUS UNA TANTUM IMPRESE  

MISURE DI SOSTEGNO ALL’EMERGENZA DA COVID-19

DELIBERAZIONE DELLA G.M.  29 DEL 28/04/2020

  1. È possibile la presentazione brevi manu dell’istanza all’Ufficio di protocollo del Comune il piano terra del palazzo Municipale in via A. Gramsci, 90.
  2. La domanda è resa nella forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto di notorietà ai sensi degli artt.46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 ed è soggetta alla responsabilità, anche penale, di cui agli artt. 75 e 76 dello stesso in caso di dichiarazioni mendaci.
  3. Non potranno essere accolte le domande:
    1. predisposte secondo modalità difformi e inviate al di fuori dei termini previsti dal presente Avviso;
    2. predisposte in maniera incompleta e/o non conforme alle disposizioni di Legge e del presente Avviso e/o non sottoscritta dal legale rappresentante.

 

ART. 6 -PROVVEDIMENTO DI CONCESSIONE

  1. Nel corso della fase istruttoria, il comune di Campofiorito, procederà alla verifica circa la sussistenza dei requisiti soggettivi dichiarati, per il tramite di interrogazione telematica degli archivi camerali. Al fine di velocizzare le procedure di erogazione dei fondi stanziati, si riserva la possibilità di procedere alla liquidazione e pagamento dei contributi, previa formazione di appositi elenchi di beneficiari tempo per tempo ammessi.
  2. A conclusione della fase istruttoria, il comune di Campofiorito comunica al beneficiario, a mezzo pec, l'ammissione ai benefici del bonus di cui al presente avviso, e, contestualmente, ne dispone l’immediata erogazione a mezzo di bonifico bancario sull’IBAN indicato in sede di presentazione della domanda.
  3. L'importo come sopra determinato sarà liquidato a mezzo bonifico disposto esclusivamente sui conti correnti bancari o postali accesi presso Istituti di credito o presso Poste Italiane. Sono espressamente escluse forme di pagamento diverse (carte di credito, carte prepagate).
  4. Il comune di Campofiorito, anche successivamente all’erogazione del bonus, si riserva di effettuare controlli a campione per verificare la veridicità delle dichiarazioni e delle informazioni rese in sede di presentazione della domanda.
  5. Ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di pubblicazione dei dati dei beneficiari ai sensi degli artt. 26 e 27 del D.lgs 33/2013 di cui al presente Avviso, il comune provvederà alla estrapolazione dei relativi elenchi per la trasmissione degli stessi al Responsabile della Trasparenza della Regione perla relativa pubblicazione su “Amministrazione Trasparente” secondo disposizione del Responsabile del Procedimento nel rispetto delle specifiche indicate all’art. 27 del medesimo Dlgs33/2013 ed apposita comunicazione
  6. Le somme indebitamente percepite dovranno essere restituite maggiorate del tasso ufficiale di riferimento vigente alla data della concessione del bonus per il periodo intercorrente tra la data di erogazione del contribuito medesimo e quella di restituzione dello stesso.
  7. L’operatore economico assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari previsti dalla L. 13/2010 n. 36 e smi,: si obbliga a dichiarare gli estremi identificativi del conto corrente dedicato anche in via non esclusiva alla commessa pubblica in oggetto e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di essi ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari

 

ART. 7 – INFORMAZIONI SULL’AVVISO PUBBLICO E ACCESSO AGLI ATTI E MODALITÀ DI RICORSO

  1. Con riferimento alle informazioni relative al presente avviso, alle modalità di presentazione della domanda di partecipazione, e all’erogazione del bonus, a partire dall’apertura e fino al giorno prima della chiusura dei termini, sarà possibile inviare richieste di chiarimenti tramite mail al seguente indirizzo campofiorito@comune.campofiorito.pa.it.
  2. L’impresa interessata può richiedere l’accesso ai documenti amministrativi ai sensi della Legge n. 241 del 7 agosto 1990 e ss.mm.ii., del D.P.R. n. 184/2006 e del Regolamento Comunale per l’accesso agli atti amministrativi”) e del D.lgs 14 marzo 2013, n. 33.
  3. Ai sensi della L. 241/90 e ss.mm.ii., il Responsabile del Procedimento è il Geom. Giuseppe Cerasa -Responsabile dell’area Amministrativa -;
  4. Avverso i provvedimenti di erogazione dei contributi è ammesso :
  5. istanze di riesame ai sensi della Legge 241/90;
  6. ricorso giurisdizionale al  Tribunale   amministrativo   regionale   o,   in alternativa, ricorso straordinario al  Presidente  della  Repubblica, rispettivamente, entro sessanta e centoventi giorni dalla notifica.

 

ART. 8 - INFORMAZIONI E TRATTAMENTO DATI A TUTELA DELLA PRIVACY

  1. I dati personali relativi alle imprese partecipanti verranno trattati ai sensi del Regolamento Generale Europeo 2016/679, ai soli fini della procedura di avviso pubblico per l’assegnazione del bonus una tantum di cui all’oggetto del presente avviso.
  2. Per l'esercizio dei diritti previsti agli artt. 13, 15-18, 20 e 21 del Regolamento UE n. 679/16, il titolare dei dati potrà rivolgersi in ogni momento al Titolare del trattamento per avere piena chiarezza sulle operazioni effettuate sui dati riferiti.
  3. Tutte le informazioni concernenti il presente Avviso pubblico e gli eventuali chiarimenti di carattere tecnico-amministrativo possono essere richieste all’indirizzo campofiorito@comune.campofiorito.pa.it

Art. 9 CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA

  1. Il presente Avviso non costituisce obbligazione per il comune di Campofiorito che si riserva pertanto la facoltà, in qualsiasi fase del procedimento e per qualsiasi causa, di annullare lo stesso senza che ciò costituisca motivo di rivalsa a qualsiasi titolo da parte dei soggetti richiedenti.
  2. In caso di mancata concessione del contributo, i soggetti richiedenti non hanno diritto al rimborso di alcun onere relativo alla presente procedura, comprese le spese vive.
  3. Restano ferme le responsabilità civili, penali, amministrative e contabili dei soggetti destinatari ammessi al contributo.

ALLEGATO 1

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

 {phocadownload view=file|id=7175|text=Download istanza editabile|target=s}

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.